Home » Provincia di Monza » Barlassina » Che cosa fare a Barlassina: guida per turisti
Cosa fare a Barlassina, Palazzo Rezzonico

Che cosa fare a Barlassina: guida per turisti

Che cosa fare a Barlassina? Puoi sperimentare l’emozione di sederti nel teatro d’opera più piccolo del mondo o prendere lezioni di golf, ma anche visitare il palazzo municipale costruito per volontà di un papa o ammirare la casa in cui è vissuto un celebre regista italiano che fu anche candidato agli Oscar. Chi sarà mai?

La città

Paese di quasi 7mila abitanti della provincia di Monza, Barlassina si sviluppa sulle colline della Valle del Seveso, a 17 chilometri da Como e a 25 da Milano.

[Seguendo la pagina Facebook di Viaggiare in Brianza, puoi essere sempre aggiornato sui migliori ristoranti vicino a Milano e su tutte le mete più suggestive per le tue gite tra Como, Lecco e Monza!]

A Barlassina è situato il teatro d’opera più piccolo al mondo: si tratta del Teatro Antonio Belloni, situato al civico 38 di via Colombo. Costruito in quello che un tempo era il capannone di una fabbrica di mobili, può ospitare un massimo di 98 spettatori.

Cosa fare a Barlassina, il Teatro Belloni
Il Teatro Belloni è il teatro d’opera più piccolo al mondo

Che cosa fare a Barlassina: i monumenti da vedere

Per scoprire che cosa vedere a Barlassina ti consiglio di iniziare la tua passeggiata in paese da via XXV Aprile: tra l’incrocio con viale della Repubblica e il civico 27 puoi ammirare una serie di murales realizzati nel 2017 per l’iniziativa L’arte nella strada di Barlassina Open Art.

I murales di Barlassina in via XXV Aprile
Una porzione dei murales di via XXV Aprile: in primo piano una rivisitazione in chiave moderna di Pocahontas realizzata da Twen e Giovanni Orlandi

Per scoprire più da vicino questi murales, puoi leggere l’approfondimento che ho dedicato loro nel post qui sotto.

Lasciandoti i murales alla tua destra, percorri via XXV Aprile fino in fondo e poi gira a sinistra in corso Marconi: sbucherai così in piazza Cavour, dove alla tua sinistra troverai Palazzo Rezzonico, che ospita il municipio. L’edificio fu costruito nel Settecento su richiesta di Carlo Rezzonico, cioè Papa Clemente XIII. Alle sue spalle è presente un grande parco con giochi per i bambini e una suggestiva fontana.

Cosa fare a Barlassina, Palazzo Rezzonico
Palazzo Rezzonico

In piazza puoi vedere anche la scultura Teatrino del tempo leggero, realizzata da Claudio Borghi. L’opera si compone di dieci stele verticali e tre triliti disposti su due file, con due sfere posizionate nel corridoio che c’è in mezzo. È una scultura nata per essere usata: se vuoi sederti o camminarci attraverso puoi farlo!

Cosa vedere a Barlassina, il Teatrino del tempo leggero
Il Teatrino del tempo leggero di Claudio Borghi

Su piazza Cavour si affaccia, poi, la Chiesa di San Giulio, con la Cappella della Madonna dell’Aiuto che ospita opere di Bernardino Luini. Lo spazio ottagonale, invece, è stato dipinto da Valentino Vago, uno dei più apprezzati artisti astrattisti d’Europa, originario proprio di Barlassina. La superficie decorata da Vago, ispiratosi al tema della Salvezza, è di ben 2.500 metri quadri.

Cosa fare a Barlassina, la Chiesa di San Giulio
La Chiesa di San Giulio

Se vuoi conoscere meglio gli affreschi di Bernardino Luini all’interno della chiesa di Barlassina, comunque, puoi leggere il post qui sotto, dove te ne parlo in maniera più approfondita.

Accanto alla chiesa, in largo Caduti Barlassinesi, ecco il Monumento ai Caduti: raffigura un giovane che bacia la bandiera italiana. L’autore dell’opera è Cesare Busnelli, autore anche del Monumento ai Caduti di Ello e della Via Crucis della Chiesa di Santa Maria Nascente a Meda.

Cosa vedere a Barlassina, il Monumento ai Caduti
Il Monumento ai Caduti

Di fronte all’ingresso della chiesa, invece, puoi imboccare via San Giulio; sbucherai proprio di fronte alla Còrt del Fittavol o del Don Achill, in corso Milano 49: vale la pena di fare un giro all’interno.

Cosa fare a Barlassina, la Cort del Fittavol
La Còrt del Fittavol

Uscito dalla corte, gira a sinistra per raggiungere corso Milano 65, dove troverai Villa Brusati. Qui visse prima di trasferirsi a Roma Franco Brusati, regista di pellicole come Pane e cioccolata (con Nino Manfredi) e Dimenticare Venezia, candidato all’Oscar come miglior film straniero.

Cosa fare a Barlassina, Villa Brusati
Villa Brusati

Se prosegui la tua passeggiata in corso Milano, arrivato al civico 118 non potrai fare a meno di notare alla tua destra il Fabricun, con un grande corpo centrale e due ali laterali che un tempo ospitavano le stalle e i fienili.

Cosa fare a Barlassina, il Fabricun
Il Fabricun

Ora torna indietro lungo corso Milano e gira subito a destra in via Fratelli Porro; giunto in fondo a questa strada svolta a sinistra in via Parini. Prendi la quarta traversa a destra, via Battisti: ti basta percorrere pochi metri per raggiungere, all’incrocio con via Boito, il Santuario della Madonna dell’Aiuto, costruito negli anni Sessanta del secolo scorso per offrire un luogo di culto anche a chi viveva nella zona collinare del paese, lontano dal centro.

Cosa fare a Barlassina, il Santuario della Madonna dell'Aiuto
Il Santuario della Madonna dell’Aiuto

Adesso percorri a ritroso via Battisti: arrivato in fondo, gira a destra in via Verdi e poi da qui a sinistra in via Matteotti. Al termine della discesa, accanto al civico 2 puoi ammirare un’edicola sacra che raffigura una Madonna con Bambino e San Pietro Martire.

Barlassina, l'edicola della Madonna con Bambino e San Pietro Martire
L’edicola della Madonna con Bambino e San Pietro Martire

Che cosa fare a Barlassina: gli itinerari naturalistici

Il territorio di Barlassina fa parte del Parco delle Groane. In particolare, il paese è attraversato dal sentiero 28: puoi accedervi dal fondo di via Paganini (dopo il civico 113) o da via Silvio Pellico (poco oltre il civico 79).

Nel post qui sotto, comunque, ti do tutti i dettagli di cui hai bisogno se vuoi percorrere il sentiero 28 in sicurezza.

Se sei in cerca di location dove giocare a golf in Brianza, a Barlassina trovi il Bricch Golf, immerso nel verde del Parco Regionale delle Groane e della Brughiera Briantea in via Ruggero Leoncavallo. Il campo pratica, che comprende 28 postazioni di tiro delle quali 11 coperte, è aperto tutti i giorni tranne il martedì. Lungo 240 metri e largo 85, è integrato da 3 target greens con relativi bunkers in sabbia a 75, 100 e 125 metri.

A proposito: per scoprire gli altri campi da golf in Brianza, puoi dare uno sguardo a questo post.

Dove mangiare a Barlassina

Tra i migliori ristoranti di Barlassina c’è Il Delfino, in via Verdi 41, aperto tutti i giorni tranne il mercoledì. Specialità di pesce e pizze napoletane sono i punti di forza del menù, che propone anche ostriche, astice alla griglia e pesce spada alla livornese.

Un’altra location dove mangiare a Barlassina è Roberto Restaurant & Bistrot, in via Longoni 61: chiuso il lunedì e il martedì sera, nel menù propone cozze alla greca sfumate all’ouzo e gamberoni alla piastra al burro di paprica affumicata.

Se cerchi una pizzeria a Barlassina, puoi provare Da Aldo 2, in corso Milano 92 all’angolo con via Garibaldi: propone pizze al trancio e tradizionali, ma anche calzoni e focacce.

In alternativa, un’ottima pizzeria di Barlassina si trova in corso Marconi 46: è la Pizzeria Sant’Ambrogio, e offre il servizio d’asporto. A mezzogiorno, tutte le pizze costano 5 euro (inclusa una bibita n lattina).

Quando hai voglia di sushi all you can eat in Brianza, puoi recarti al civico 19 di corso Marconi per provare il menù di Akaishiso: a sera costa 21.80 euro (esclusi dolci e bevande), e per i bambini sotto i 120 centimetri il prezzo si dimezza.

In via Fogazzaro 2 c’è Cadrega e Bicer, un’enoteca dove mangiare a Barlassina risotti speciali e i piatti della tradizione lombarda.

Nel novero dei ristoranti di Barlassina ti segnalo il Bricch, chiuso il martedì sera, che fa parte dell’impianto golfistico di via Ruggero Leoncavallo: a mezzogiorno è disponibile il menù fisso da 12 euro con primo, secondo, vino, acqua e caffè.

Se vuoi sapere dove fare aperitivo in Brianza puoi puntare sul 3.0 Bistrot, al civico 5 di via Tiziano Vecellio. Chiuso il lunedì, il locale fa anche da ristorante: tra le specialità, il classico ossobuco alla milanese con risotto allo zafferano.

Alexander Platz, in via Fiume 4, è una storica birreria a Barlassina con un ricco assortimento di panini, primi, secondi, hamburger e piatti freddi.

Tra i posti dove mangiare a Barlassina, infine, c’è Pick Out, dove puoi scegliere tra insalate, pizze, hamburger e carne alla griglia: si trova al civico 4 di corso Milano. Tutti i giorni a cena si applica la formula open burger: al prezzo di 16 euro (bevande escluse), il secondo hamburger è gratis.

Come arrivare a Barlassina

Come arrivare a Barlassina in auto? Provenendo da Milano, ti basta percorrere la Milano-Meda e uscire allo svincolo 13, che è quello di Barlassina.

Provenendo da Como, devi imboccare l’Autostrada A9 a Como Centro e continuare fino allo svincolo per l’Autostrada A36 (la Pedemontana Lombarda), dopo l’uscita per Lomazzo Sud. A quel punto vai dritto: la Pedemontana prosegue nella Milano-Meda, dove devi prendere l’uscita 13.

A Barlassina non ci sono stazioni ferroviarie. Per arrivare a Barlassina in treno puoi fare riferimento alla stazione di Seveso, servita dalla linea regionale Milano-Canzo-Asso e dalle linee suburbane di Milano S2 e S4: è collegata, tra l’altro, con Varedo, Bovisio Masciago, Cesano Maderno, Meda, Lentate sul Seveso, Cabiate, Mariano Comense, Carugo, Arosio, Inverigo, Lambrugo, Merone, Erba, Ponte Lambro, Caslino d’Erba e Canzo. In alternativa puoi optare per la stazione di Camnago a Lentate sul Seveso, che è servita dalle linee suburbane di Milano S4 e S11: è collegata, tra l’altro, con Varedo, Bovisio Masciago, Cesano Maderno, Seveso, Cucciago, Cantù, Carimate, Seregno, Desio, Lissone e Monza.

Per arrivare a Barlassina in autobus puoi sfruttare la linea Z115, che passa da Saronno, Ceriano Laghetto, Solaro, Limbiate, Cesano Maderno, Seveso, Lentate sul Seveso, Meda e Seregno. I pullman Z150, invece, collegano il paese con Cantù, Cermenate, Lentate sul Seveso, Seveso, Cesano Maderno, Limbiate, Varedo e Milano. Con gli autobus Z165, puoi raggiungere Barlassina se parti da Lentate sul Seveso o Meda; la linea Z166, invece, passa per Seregno, Meda e Lentate sul Seveso. Infine, i bus Z191 uniscono Barlassina con Cantù, Cermenate, Lazzate, Misinto, Lentate sul Seveso e Seveso.






Ah, un’ultima cosa! Se ti va di lasciarmi una piccola donazione, puoi contribuire alla gestione e alla manutenzione di questo sito (che, come vedi, non ha pubblicità né pop-up invadenti). Grazie!

Se vuoi scrivermi, invece, ti basta cliccare qui sotto. Contattami se desideri:

  • propormi una collaborazione;
  • farmi notare un errore;
  • chiedermi di inserire una citazione;
  • darmi un consiglio per migliorare Viaggiare in Brianza.

In questo o in altri post hai trovato delle informazioni non aggiornate o un contenuto che pensi debba essere rimosso? Segnalamelo e rimedierò al più presto.

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *