Home » Provincia di Monza » Barlassina » I murales di Barlassina in via XXV Aprile e viale della Repubblica
Murales a Barlassina: Berto191 e D.Mace

I murales di Barlassina in via XXV Aprile e viale della Repubblica

Sei curioso di conoscere tutti i più interessanti esempi di street art in Lombardia? Allora non lasciarti sfuggire i murales di Barlassina in via XXV Aprile e viale della Repubblica: una lunga sequenza di piccoli capolavori che ti lasceranno a bocca aperta. Leggi le prossime righe e scoprirai come fare a vedere queste splendide opere!

Murales a Barlassina: come sono nati?

I murales di Barlassina in via XXV Aprile e viale della Repubblica sono stati realizzati in occasione dell’edizione del 2016 di Barlassina Open Art, evento organizzato con l’intento di colorare le strade del paese.

[Sei un appassionato di street art? O più semplicemente ti piacerebbe scoprire ciò che di bello la Brianza ha da offrirti? In entrambi i casi, metti Like sulla pagina Facebook di Viaggiare in Brianza!]

Nel contesto dell’happening denominato “L’arte nella strada”, alcuni giovani street artist hanno dato vita alla propria creatività sul muro di cinta della ditta System Air.

Le Corbusier nei murales di Barlassina
“L’unità abitativa è un sottomultiplo della città”, Le Corbusier

Gli artisti di strada che hanno partecipato sono (in ordine alfabetico):

  • Ruggero Asnago;
  • Federico Baggi;
  • Andrea Bertoletti;
  • Alessio Fares;
  • Davide Ferrari;
  • Giorgio Lambiase;
  • Edoardo Maldari;
  • Giovanni Orlandi;
  • Gianluca Perri;
  • Teresa Ruffino;
  • Twen;
  • Andrea Vago.

A completare la sequenza di opere c’è anche un murale realizzato dagli alunni di seconda della scuola media Galilei di Barlassina dell’anno scolastico 2016/2017: il dipinto è stato creato con la supervisione di Marco Mantovani, street artist e graffiti writer noto con il nome di KayOne.

Il murale della scuola media di Barlassina
Sulla destra, il murale realizzato dai ragazzi della scuola media di Barlassina

Bene! Sei pronto a scoprire alcuni dei murales più suggestivi della serie?

Murales a Barlassina: Pocahontas e Nonna Salice di Twen e Giovanni Orlandi

Cosa farebbe Pocahontas se vivesse nella nostra epoca? Questo è lo spunto di partenza del murale di Twen e Giovanni Orlandi.

Ecco che Pocahontas viene raffigurata mentre si connette alla natura con uno smartphone, mentre Nonna Salice – che nella storia originale difende e preserva la bellezza del mondo – diventa un ripetitore wi-fi.

I murales di Barlassina: Nonna Salice e Pocahontas
Nonna Salice e Pocahontas

Un’opera che vuole invitare tutti ad alzare lo sguardo dal telefono per ammirare il mondo che ci circonda, per stabilire una connessione con la vera natura. E non con la Rete.

Murales a Barlassina: Nature Takes Over di Nous+Loop

Nature Takes Over è una visione ideale della città di Milano: la skyline della metropoli è abbracciata simbolicamente da un mandala, che indica la natura, espressa anche dai motivi geometrici e floreali della parte inferiore.

Murales a Barlassina: Nature Takes Over
Nature Takes Over di Nous+Loop

Milano viene raffigurata come luogo di passaggio per comunità diverse sempre in movimento: la componente migratoria è rappresentata dal volo dell’airone nella parte superiore. Il murale vuole offrire una visione utopica e armonica di Milano, in cui la componente fitomorfa connette tutti gli elementi dell’ambiente, preservandone la salute e l’integrità.

Nature Takes Over è un’opera di Nous+Loop: entrambi liguri e classe 1993, usano soprattutto il medium dello stencil. Tratti distintivi del loro lavoro sono la sperimentazione della forma geometrica e l’indagine sulla serialità nell’arte.

Murales a Barlassina: l’uomo contro la natura di Berto191 e D.Mace

La natura è vivente, non una realtà inanimata, ma al tempo stesso non può far niente contro la potenza distruttrice dell’uomo: questo è il messaggio del murale realizzato da Berto191 (Andrea Bertoletti) e D.Mace (Gianluca Perri).

Sulla sinistra, un albero personificato; sulla destra, uno schiacciasassi, simbolo della forza meccanica dell’uomo che demolisce ciò che gli sta intorno senza tener conto delle conseguenze.

Murales a Barlassina: Berto191 e D.Mace
Il murale di Berto191 (Andrea Bertoletti) e D.Mace (Gianluca Perri)

Il senso è chiaro: il futuro del nostro mondo dipende dalla volontà umana, che non sempre – purtroppo – è ragionata.

Murales a Barlassina: il disastro dell’Icmesa di Ruggero Asnago

Il murale di Ruggero Asnago è ispirato al disastro dell’Icmesa del 1976, noto come il “disastro di Seveso”. L’Icmesa era una fabbrica di Meda situata al confine con Seveso e a poche centinaia di metri da Barlassina: il 10 luglio del 1976 un incidente provocò la fuoriuscita di una nube di diossina che ben presto si disperse nell’aria, causando centinaia di intossicazioni tra le persone e la morte di quasi 80mila animali.

Asnago ha riprodotto questo evento drammatico, inserendo nel murale alcuni simboli ed elementi iconici spesso presenti in video e foto dell’epoca: si riconoscono il profilo dell’Icmesa e la nuvola chimica, per esempio.

Murales a Barlassina: il disastro dell'Icmesa di Ruggero Asnago
Il disastro dell’Icmesa nel murale di Ruggero Asnago

Nel disegno spicca anche un pallone da calcio. Non è un caso: oggi lo stadio di Meda sorge dove un tempo c’era l’Icmesa.

Se ti va di approfondire la storia del disastro dell’Icmesa, comunque, puoi saperne di più leggendo il post qui sotto.

Come arrivare

I murales di Barlassina si trovano lungo il muro all’incrocio tra via XXV Aprile e viale della Repubblica.

I murales a Barlassina di viale della Repubblica
“Altro che città a misura d’uomo, questa è a forma di architetto”

Se hai in mente di arrivare a Barlassina in auto, puoi lasciare la macchina nei parcheggi di via XXV Aprile, proprio davanti ai murales.

Preferisci arrivare a Barlassina in treno? Allora puoi fare riferimento alla stazione di Seveso. Uscito dalla stazione, gira a destra in via Zeuner e – arrivato al passaggio a livello – svolta a sinistra in corso Montello. Quindi vai sempre dritto: superato lo stop, sei in via XXV Aprile.

Infine, nel caso in cui tu decida di arrivare a Barlassina in autobus, puoi sfruttare le linee Z165 e Z166 scendendo alla fermata di via Colombo/Banca Credito Cooperativo. Tenendo la banca alla tua destra, raggiungi lo stop e gira a destra in corso Marconi: via XXV Aprile è la prima via che trovi sulla sinistra.

Ovviamente non dimenticare di consultare orari e percorsi per sicurezza!

Che cosa vedere a Barlassina

Hai deciso di osservare da vicino i murales di Barlassina? Allora potresti concederti una passeggiata anche nel resto del paese: nel post qui sotto ti consiglio che cosa vedere (e dove fermarti a mangiare).

Se invece ti piace scoprire murales in Brianza, puoi dare uno sguardo al post qui sotto: ti stupirà 🙂






Trovi interessante il progetto di Viaggiare in Brianza? Ti piacerebbe che continuasse a vivere? Se vuoi, puoi supportarmi con una donazione, anche piccola: sarebbe importante per me!

Cliccando qui sotto, invece, puoi scrivermi: per esempio per propormi una collaborazione, per darmi un consiglio o per chiedermi di modificare un contenuto impreciso o non aggiornato.

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.