Home » Brianza lecchese » Dolzago » Che cosa fare a Dolzago: guida per turisti

Che cosa fare a Dolzago: guida per turisti

Che cosa fare a Dolzago? In questo piccolo paese della Brianza lecchese puoi goderti tutta la tranquillità e la pace di una località immersa nel verde e nella natura: scopri i sentieri del PLIS del Monte di Brianza o sali fino alla piccola Chiesa di Sant’Alessandro a Cavonio per una gita nei dintorni di Milano.

La città

Paese di meno di 3mila abitanti della provincia di Lecco, Dolzago fa parte della Brianza oggionese. Il suo territorio è attraversato dal torrente Gandaloglio, che separa Dolzago Superiore da Dolzago Inferiore.

Dolzago è uno dei paesi che fanno parte del PLIS del Monte di Brianza (o del San Genesio).

[Prima di scoprire che cosa fare a Dolzago, che ne dici di iniziare a seguire Viaggiare in Brianza su Instagram?]

Che cosa fare a Dolzago: i monumenti da vedere

Per iniziare un tour che ti permetta di scoprire che cosa vedere a Dolzago puoi iniziare da via Parini 4: nel parcheggio accanto al municipio sorge la cappella votiva della Madonna del Pilastrello.

Lasciandoti la cappella sulla sinistra percorri via Parini fino a incrociare sulla tua destra, subito dopo via Donatori di Sangue, la Chiesa di Santa Maria Assunta, risalente al XII secolo (anche se la facciata, con un timpano di gusto classico, è degli inizi del Novecento). Al suo interno sono presenti una statua di Santa Teresa e una di San Carlo.

Se percorri via Donatori di Sangue fino in fondo, sbuchi in viale Montecuccoli: proprio di fronte a te, al civico 40, puoi notare la settecentesca Villa Calderara Montecuccoli.

A questo punto puoi ritornare verso la Chiesa di Santa Maria Assunta, di fronte alla quale c’è via Castello: imboccala per andare a osservare il Castellaccio, parzialmente inglobato in una villa ottocentesca e facilmente riconoscibile per la torre merlata.

Ora ritorna in via Parini e percorrila lasciandoti la Chiesa di Santa Maria Assunta sulla destra; alla rotonda prosegui in via Papa Giovanni XXIII, in fondo alla quale girerai a destra in via Cogoredo: qui, al civico 10 c’è l’ingresso di Villa Nava Brusadelli, al centro del nucleo medievale di Cavonio. Risalente al XVIII secolo, si presenta come una residenza a corte che, pur versando in uno stato di abbandono, risulta decisamente affascinante.

Tornando all’incrocio tra via Cogoredo e via Papa Giovanni XXIII, sulla tua destra puoi imboccare la scalinata che ti conduce alla Chiesa di Sant’Alessandro, edificio della seconda metà del XII secolo in stile romanico. Non dimenticare di ammirare il vecchio mulino cinquecentesco che si affaccia sulla strada.

[Se ti va di supportarmi e vuoi fare in modo che questo sito continui a esistere, metti un like alla pagina Facebook di Viaggiare in Brianza: te ne sarei davvero grato!]

Che cosa fare a Dolzago: gli itinerari naturalistici

A Dolzago puoi concederti una passeggiata lungo le sponde del laghetto di Cogoredo, uno specchio d’acqua di origine artificiale nato allo scopo di ricavare in inverno il ghiaccio da usare nel resto dell’anno.

Cosa fare a Dolzago, il laghetto di Cogoredo
Il laghetto di Cogoredo a Dolzago

Si tratta di uno dei laghetti dove pescare in Brianza: puoi raggiungerlo da via Aldo Moro. Se vuoi conoscerlo più da vicino, ti basta cliccare qui per leggere l’approfondimento che gli ho dedicato.

Dove mangiare a Dolzago

Tra i posti dove mangiare a Dolzago ti segnaliamo il Dago Red Cafè, in via Provinciale 20H, ideale anche per un aperitivo in Brianza.

Se cerchi un ristorante a Dolzago puoi provare, in via Provinciale 20E, la trattoria Il Timone, che nel menù include anche la pizza.

In via Corsica 27, invece, trovi Tre Archi, altra location dove mangiare a Dolzago in un contesto informale e accogliente.

Infine, se preferisci mangiare in una pizzeria a Dolzago, in via Provinciale 6 c’è Al Laghetto.

Come arrivare a Dolzago

Come arrivare a Dolzago in auto? Provenendo da Milano devi percorrere la SS 36 fino allo svincolo Rogeno / Molteno / Sirone / Dolzago; all’uscita svolta a destra e vai sempre dritto fino alla seconda rotonda, dove devi girare ancora a destra. Proseguendo, dopo aver superato i paesi di Molteno e Sirone, sarai giunto a destinazione.

Provenendo da Como, segui la SP 342; arrivato a Bevera di Sirtori, svolta a sinistra a una rotonda a forma di fagiolo per immetterti in via Lecco. Vai dritto e, alla rotonda successiva, gira a destra in via La Santa: quella è la SP 51, che ti porterà a Dolzago.

A Dolzago non ci sono stazioni ferroviarie. Per arrivare a Dolzago in treno puoi fare riferimento alla stazione di Oggiono, servita dalla linea Como-Lecco e dalla linea suburbana S7 di Milano; è collegata, tra l’altro, con Monza, Villasanta, Arcore, Biassono, Macherio, Triuggio, Carate Brianza, Besana in Brianza, Renate, Cassago Brianza, Costa Masnaga, Molteno, Galbiate, Civate, Rogeno, Merone, Anzano del Parco, Brenna e Cantù.

Per arrivare a Dolzago in autobus puoi sfruttare la linea D60, che passa da Galbiate, Oggiono, Castello di Brianza, Sirone, Garbagnate Monastero, Monticello Brianza, Missaglia, Casatenovo, Besana in Brianza, Carate Brianza e Seregno. I pullman D80, invece, collegano il paese con Oggiono, Garbagnate Monastero, Barzanò, Monticello Brianza, Missaglia, Casatenovo, Lesmo, Arcore, Villasanta e Monza.






Ah, un’ultima cosa! In questo sito non trovi pubblicità fastidiose, pop-up che si aprono all’improvviso o banner ingombranti: se ti va, però, puoi aiutarmi a sostenere le spese di gestione con una piccola donazione. Sarebbe un supporto prezioso!

Vuoi scrivermi per segnalarmi un errore, sponsorizzare un mio viaggio o chiedermi un consiglio? Clicca qui sotto!

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *