Home » Provincia di Monza » Brianza vimercatese » Bellusco » Che cosa fare a Bellusco: guida per turisti

Che cosa fare a Bellusco: guida per turisti

Che cosa fare a Bellusco? Un castello del Quattrocento e la natura del Parco del Rio Vallone ti aspettano in questo paese della Brianza vimercatese, che accoglie anche le spoglie di Santa Giustina nella Chiesa di San Martino. Senza dimenticare lo splendido borgo di Camuzzago, dove potrai trascorrere una giornata su un campo da golf.

La città

Paese di circa 7mila abitanti della Brianza vimercatese, Bellusco è noto per il Palio di Santa Giustina, intitolato alla santa le cui reliquie sono custodite nella chiesa cittadina. In occasione di questa manifestazione, nata negli anni ’50 del secolo scorso, per le strade della città sfilano carri floreali a tema biblico.

Situato a 12 chilometri da Monza, Bellusco include le località di Turro, San Giuseppe, Mosca, Camuzzago, Bellana, San Martino, San Nazzaro e Cantone.

Che cosa fare a Bellusco: i monumenti da vedere

Vuoi scoprire che cosa vedere a Bellusco? Ti consiglio di iniziare il tuo tour del paese da piazza della Chiesa, all’incrocio tra via Manzoni e viale Rimembranze: qui sorge la Chiesa di San Martino, che accoglie le spoglie di Santa Giustina. Il corpo della santa, conservato sotto l’altare maggiore, è stato ricomposto con un filo d’argento che ricongiunge le ossa dello scheletro, ed è avvolto in una veste di raso tessuta d’oro: è una delle più celebri reliquie di santi cristiani in Brianza, ed è ospitata in paese dal 1808.

Proprio di fronte alla chiesa puoi ammirare lo splendido esempio di architettura rurale della Corte del Dosso, costruita prima del 1840, che ha conservato il suo aspetto originario. L’impianto planimetrico è quello classico, con forma rettangolare a corte aperta.

Ritornato di fronte alla chiesa, lasciatela sulla sinistra e supera il municipio per imboccare via Garibaldi; poi gira a destra in via Castello, dove tra il civico 12 e il civico 16 puoi ammirare il Castello di Bellusco. Il maniero fu fatto costruire negli anni ’60 del Quattrocento da Martino da Corte, con una torre di avvistamento quadrata e un portale di ingresso con arco a tutto sesto; puoi notare ancora le merlature in stile ghibellino.

[Gestire questo sito è un impegno notevole! Ti va di ripagarmi con un like alla pagina Facebook di Viaggiare in Brianza?]

Proseguendo in via Castello, vai dritto lungo via Milano e fermati al civico 11 per lasciarti stupire dallo stile eclettico della suggestiva Villa Carozzi. Al suo fianco c’è la ex Tessitura Carozzi, stabilimento industriale fondato dal Cavalier Angelo Carozzi negli anni Venti del secolo scorso.

Più in là, in via Milano 70, ecco Cascina Mosca, realizzata nel 1856.

Ritornando indietro in via Castello, prosegui lungo via Bergamo e poi gira a sinistra in via Roma, dove al civico 36 ti imbatterai nell’ex casa colonica San Martino, risalente al 1912.

Da qui puoi girare a sinistra in via Vaghi, poi di nuovo a sinistra in via Manzoni e quindi subito a destra in via San Nazzaro: andando sempre dritto ti imbatterai, invece, nella Cascina San Nazzaro, il cui complesso ospita la Chiesa di San Nazzaro e Celso, risalente alla prima metà dell’Ottocento.

[Hai già iniziato a seguire il profilo di Viaggiare in Brianza su Instagram? Potresti scoprire un sacco di nuovi posti da vedere vicino a Milano!]

Anche una visita al borgo di Camuzzago rientra tra le risposte al quesito “che cosa vedere a Bellusco?”: puoi raggiungerlo da via Cascina Camuzzago o da via del Borgo.

Composto da edifici tipici della cascina lombarda, il borgo accoglie la Chiesa di Santa Maria Maddalena. L’edificio, in stile romanico, fu costruito dai Cavalieri del San Sepolcro nella seconda metà del XII secolo, e accoglie affreschi di Bernardino Butinone da Treviglio.

Qui c’è, tra l’altro, uno dei posti dove giocare a golf in Brianza: si tratta del Golf Club Borgo di Camuzzago, in via del Borgo 6. Qui è possibile usufruire, tra l’altro, di un campo pratica lungo 230 metri e largo 160, con un bunker per allenare i colpi lunghi e cinque target green, mentre due tettoie garantiscono la copertura di ben quindi postazioni. Per la pratica è disponibile anche una buca executive par 3 di 167 metri.

A proposito, se vuoi conoscere altre location dove giocare a golf in Brianza, puoi dare un’occhiata ai consigli di questo post.

Che cosa fare a Bellusco: gli itinerari naturalistici

Ti stai chiedendo che cosa fare a Bellusco in mezzo alla natura? Potresti approfittare dei percorsi delle Gariole e della Ribosta, che sono stati riqualificati di recente e che fanno parte di quella zona agricola nota come “cuneo verde” situata tra via Milano, San Nazzaro e Cantone. Puoi raggiungere la Strada comunale della Ribosta da via dei Prini; per imboccare la Strada comunale delle Gariole, invece, devi andare tra il civico 80 di via Milano e via dei Quadri.

Il territorio di Bellusco fa parte del Parco del Rio Vallone: in particolare puoi accedere all’itinerario 1 (che parte da Gessate per arrivare a Verderio) da via del Commercio e all’itinerario 4 (che parte proprio da Bellusco per concludersi a Roncello dopo aver attraversato Ornago) dall’incrocio tra via Bergamo e via Dolomiti.

Proprio percorrendo le strade campestri dell’itinerario 4, più o meno all’altezza del civico 25 di via del Commercio, puoi giungere al Biotopo di Bellusco, un bosco umido costituito soprattutto da farnie e ontani neri che accoglie diverse specie floreali rare e numerosi anfibi.

Dove mangiare a Bellusco

Nel novero dei ristoranti di Bellusco in cui mangiare spendendo poco c’è il Colibrì di via Adda 28, con pranzo self service a prezzo fisso (10 euro, bevanda inclusa): è aperto dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 14.

Se hai voglia di un giro pasta in Brianza, in corso Alpi 23 a Bellusco trovi Fermo’s, che propone una grande varietà di primi con spirito da street food.

Tra i locali dove mangiare a Bellusco spicca il Ristorante Valentino di via Dante Alighieri 1: da assaggiare i salumi con gnocco fritto e la torta di mele della casa.

In via Dante 32 trovi un altro dei migliori ristoranti di Bellusco, il Fadanà: in questo caso ti consiglio di provare gli spiedini di capriolo e pancetta.

In via Dante 19 c’è Mascalzone Latino, uno dei posti dove mangiare a Bellusco la pizza al trancio.

Maggie M’Gill Bistrot è il posto dove mangiare a Bellusco specialità di pesce: una trattoria d’altri tempi in piazza Primo Levi 16 con menù fisso tutti i giorni a 10 euro sia a pranzo che a cena.

Se preferisci i ristoranti cinesi in Brianza, Città del Cielo è la destinazione che fa per te: si trova in via Liguria 2 e offre anche il servizio di asporto.

All’interno del Golf Club di Camuzzago, infine, c’è il Tee Coffee (via del Borgo 6): il venerdì e il sabato sera puoi sperimentare il menù hamburger con bibita a 15 euro e il menù fritto con bibita (o il menù costata con bibita) a 18 euro.

Come arrivare a Bellusco

Come arrivare a Bellusco in auto? Provenendo da Milano, devi percorrere fino allo svincolo 19 la A51 (Tangenziale Est), uscendo a Vimercate Sud. A questo punto prosegui lungo la SP 2 e giungerai a destinazione.

Provenendo da Lecco, devi percorrere la SP 639 fino a quando non si incrocia con la SP 342; dopo aver oltrepassato il ponte di Brivio, giungerai ad Airuno all’incrocio con la SP 72, dove dovrai girare a sinistra. Quindi, continua su quella strada fino a Lomagna, e qui svolta a sinistra. A Carnate, ti ritrovi sulla SP 177: vai dritto, supera i paesi di Bernareggio e Aicurzio e sarai arrivato.

A Bellusco non ci sono stazioni ferroviarie. Per arrivare a Bellusco in treno puoi fare riferimento alla stazione di Carnate (che però è a quasi 7 chilometri di distanza), servita dalla linea suburbana S8 di Milano e collegata, tra l’altro, con Monza, Arcore, Osnago, Cernusco Lombardone, Olgiate Molgora e Airuno.

Per arrivare a Bellusco in autobus, puoi sfruttare la linea Z321, che passa da Monza, Concorezzo, Agrate Brianza, Vimercate, Burago di Molgora, Sulbiate, Mezzago, Ornago, Roncello, Busnago, Cornate d’Adda e Trezzo. In alternativa, il bus Z322 collega il paese con Cornate d’Adda, Roncello, Ornago, Burago di Molgora, Trezzo, Busnago, Mezzago, Sulbiate, Vimercate e Cologno Monzese (con capolinea la fermata Cologno Nord della linea 2 della metropolitana di Milano).






Vuoi aiutarmi a mantenere in vita il sito di Viaggiare in Brianza e ad affrontare le spese di gestione? Se lo desideri, puoi sostenermi con una piccola donazione cliccando sul tasto qui sopra: per me sarebbe un supporto fondamentale!

Puoi anche scrivermi, se desideri

  • propormi una collaborazione;
  • segnalarmi un errore;
  • darmi un consiglio;
  • invitarmi a rimuovere un contenuto;
  • chiedermi di citare una fonte.

Clicca qui sotto per contattarmi!

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *