Home » Provincia di Monza » Brianza vimercatese » Ronco Briantino » Che cosa fare a Ronco Briantino: guida per turisti

Che cosa fare a Ronco Briantino: guida per turisti

Che cosa fare a Ronco Briantino? Nell’unico paese della Lombardia guidato da un sindaco finlandese puoi ammirare Villa Brioschi, che oggi ospita il municipio, o fermarti alla Cappella dei Morti della Brughiera. Ma in questa piccola e suggestiva località della Brianza vimercatese c’è molto altro da scoprire: leggi le prossime righe per saperne di più.

La città

Paese di circa 3.500 abitanti della Brianza vimercatese, Ronco Briantino vanta la peculiarità di un sindaco finlandese, Kristiina Maria Loukiainen.

Che cosa fare a Ronco Briantino: i monumenti da vedere

Ti stai domandando che cosa vedere a Ronco Briantino? Potresti iniziare il tuo tour del paese dalla Cappella dei Morti della Brughiera lungo la strada comunale per Carnate, una cappella con pianta ottagonale costruita nel 1914 là dove in precedenza era presente un monumento in ricordo delle vittime della peste del 1576. Intorno alla cappella (nota anche come Cappelletta della Madonna del Carmelo), un percorso in cubetti di legno accompagna le stazioni della Via Matris Dolorosae.

Lasciandoti la cappella sulla sinistra, prosegui fino in fondo alla strada e alla rotonda gira a destra in via IV Novembre, per poi raggiungere il civico 30: qui sorge Villa Brioschi, il cui corpo centrale è affiancato da una torre alta quattro piani con una loggia panoramica. L’edificio, che oggi ospita il municipio (chiamato, appunto, “La Torretta”) ed è circondato da un giardino di 11mila metri quadri, fu costruito nel 1932, e si caratterizza per uno stile medievaleggiante.

Se continui lungo via IV Novembre e giri a sinistra in via San Francesco, puoi arrivare al Museo Agricolo di piazza Dante, ospitato nei locali del Centro Sant’Antonio: si tratta di uno dei numerosi musei in Brianza che accolgono arredi e strumenti di lavoro che testimoniano la storia della comunità contadina locale. Il museo è aperto la prima domenica del mese; una curiosa peculiarità è che tutti gli oggetti in esposizione riportano descrizioni anche in dialetto.

A proposito: se sei curioso di vedere altri musei vicino a Milano, ti consiglio di leggere il post qui sotto!

Dall’incrocio tra via IV Novembre e via San Francesco puoi imboccare vicolo Sant’Ambrogio e da qui girare a destra in via Schlenk per arrivare in largo Perego. Qui sorge il complesso di Villa Perego, che comprende un grande parco con rustici e scuderie, ma anche la colombaia, la serra e i granai. Le case rurali, risalenti al Settecento, confinano con via Sant’Antonio e caratterizzano il centro storico del paese.

Se ripassi per via Schlenk e superi piazza Priell, puoi girare a destra in via Sant’Antonio: questa è la strada che ti conduce proprio di fronte alla Chiesa di Sant’Ambrogio ad Nemus in via Parrocchia, risalente agli anni Trenta del secolo scorso. Contraddistinta da una pianta a croce latina, conserva all’interno un frammento in pietra con la data del 17 giugno 1215 proveniente dalla primitiva Chiesa di Sant’Ambrogio ad Nemus, oggi sconsacrata.

Quest’ultima, nota come Gesa Vegia (“chiesa vecchia”), si trova in via San Carlo: per raggiungerla ti basta lasciarti la Chiesa di Sant’Ambrogio ad Nemus sulla sinistra e procedere lungo via Parrocchia per poi imboccare sulla destra via San Carlo. La chiesa, situata accanto al civico 5, fu edificata nel Cinquecento, e oggi si presenta con un’aula a tre navate e un’abside a emiciclo, frutto dei lavori di ampliamento eseguiti nel 1837.

Che cosa fare a Ronco Briantino: gli itinerari naturalistici

Se vuoi scoprire che cosa fare a Ronco Briantino per rimanere a contatto con la natura devi sapere che il territorio cittadino fa parte del Parco del Molgora.

In particolare, puoi accedere all’itinerario 2 del parco da via Pio XI, nei pressi della Cappella dei Morti della Brughiera.. Da via Cascina Misericordia puoi arrivare agli stagni di Ronco, eredità delle cave di argilla di un tempo.

Dove mangiare a Ronco Briantino

Uno dei ristoranti di Ronco Briantino più conosciuti è la Posteria Vappiani di via IV Novembre 7, aperta a cena dal martedì alla domenica e a pranzo il mercoledì, il giovedì, il venerdì e la domenica: un locale dai dettagli esclusivi, come le tovagliette costituite da piastrelle in ceramica incise a mano.

Sempre in via IV Novembre, ma al civico 27, trovi Pizza Dream, un’altra location dove mangiare a Ronco Briantino, che propone anche il servizio di asporto.

Se sei in cerca di una pizzeria a Ronco Briantino più grande, invece, puoi scegliere Il Ragno d’Oro, in via Eligio Brigatti 20, chiuso il lunedì sera e il martedì, che mette a disposizione anche un dehors con giardino per cenare all’aperto quando il meteo lo permette. Nel menù trovi tra l’altro insalata di polipo alla genovese e spiedo di mare gratinato; questo, inoltre, è uno dei locali dove mangiare hamburger in Brianza.

Come arrivare a Ronco Briantino

Come arrivare a Ronco Briantino in auto? Provenendo da Milano, devi percorrere tutta la A51 (Tangenziale Est) e poi proseguire lungo la SP 41. Andando sempre dritto, ti ritrovi sulla SP 342 dir: arrivato a Osnago, dopo piazza Santuario devi svoltare a destra verso la SP 136 (via della Tecnica) e poi prendere la terza strada a destra (via Guido Rossa): seguendola, arriverai a destinazione.

Provenendo da Como, devi percorrere la SP 342 fino a Calco: qui, dopo esserti lasciato lo stadio sulla sinistra, devi svoltare a destra per immetterti nella SP 342 dir (via Nazionale). Andando sempre dritto, arrivi a Osnago, dove a una grande rotonda dopo la strada dei Soldani dovrai girare a sinistra in via della Tecnica; a questo punto, segui le indicazioni di prima.

A Ronco Briantino non ci sono stazioni ferroviarie. Per arrivare a Ronco Briantino in treno puoi fare riferimento alla stazione di Osnago, servita dalla linea suburbana di Milano S8 e collegata, tra l’altro, con Monza, Arcore, Carnate, Cernusco Lombardone, Olgiate Molgora e Airuno.

Per arrivare a Ronco Briantino in autobus puoi sfruttare la linea Z319, che collega il paese con Vimercate, Bernareggio, Aicurzio e Carnate. In alternativa, il pullman D70 ti consente di arrivare a Ronco Briantino se parti da Paderno d’Adda, Verderio o Carnate. Con la linea D50 puoi raggiungere il paese da Merate, Cernusco Lombardone, Osnago, Lomagna e Carnate.






Ah, un’ultima cosa! Se pensi che questo post ti sia stato utile o comunque apprezzi il mio lavoro, puoi dimostrarmelo con una piccola donazione: per me sarebbe un importante stimolo a continuare a offrirti informazioni e consigli.

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *