Home » Provincia di Monza » Triuggio » Villa Sacro Cuore a Triuggio: come visitarla
La fontana di Villa Sacro Cuore a Triuggio

Villa Sacro Cuore a Triuggio: come visitarla

Tra le tante ville antiche da vedere in Brianza, Villa Sacro Cuore a Triuggio saprà sorprenderti per il suo grande giardino e per gli straordinari dipinti che impreziosiscono le sue cappelle. Per sapere come raggiungerla e visitarla, ti basta leggere le prossime righe: troverai tutte le indicazioni che ti servono per scoprire questo meraviglioso gioiello.

Che cos’è Villa Sacro Cuore

Residenza cinquecentesca di proprietà dell’arcidiocesi di Milano, Villa Sacro Cuore a Triuggio si trova a breve distanza dalla Chiesa di San Biagio e da Villa Jacini.

Triuggio, Villa Sacro Cuore
Villa Sacro Cuore in tutta la sua maestosa bellezza

Qui era solito ritirarsi il cardinale Carlo Borromeo durante il periodo milanese; sempre qui Giuseppe Parini fu iniziato alla letteratura.

[Trovi questo sito interessante e utile per le tue gite in Lombardia? Allora potresti mettere Like alla pagina Facebook di Viaggiare in Brianza!]

Tra le mura di Villa Sacro Cuore ha trascorso gli ultimi anni della propria vita il cardinale Dionigi Tettamanzi, già arcivescovo di Milano.

La storia di Villa Sacro Cuore a Triuggio

Villa Sacro Cuore viene costruita all’inizio del XVI secolo e, nel 1523, è acquistata dai Morigia, una famiglia milanese. Della famiglia fa parte Jacopo Antonio Morigia, uno dei fondatori dell’ordine dei barnabiti, che proprio a loro lascerà la villa nel 1546.

In occasione della peste di San Carlo (1576-1577) e della peste del 1630 la villa accoglie i novizi barnabiti sfollati da Milano e da Monza.

Il giardino di Villa Sacro Cuore
Villa Sacro Cuore vista dal giardino

Nel 1805, in seguito all’abolizione degli ordini religiosi decretata da Napoleone, i barnabiti sono costretti a lasciare la villa, che di conseguenza conosce un periodo di abbandono, venendo depredata.

In seguito l’edificio viene comprato da Guido Susani, ingegnere collaboratore di Louis Pasteur, che qui dà vita a un allevamento di bachi da seta.

Nel 1917, poi, gli eredi di Susani vendono la villa ai gesuiti. L’edificio viene così ristrutturato da Spirito Maria Chiappetta, progettista anche della Chiesa dei Santi Gervaso e Protaso a Tregasio.

Nel 1922 si concludono i lavori, e sulla sommità della villa viene installata la statua (alta 4 metri e 80) del Sacro Cuore, che dà il nome all’edificio ancora oggi.

La statua del Sacro Cuore in Villa Sacro Cuore
Lì in alto, la statua del Sacro Cuore

Gli interni di Villa Sacro Cuore

Gli interni di Villa Sacro Cuore a Triuggio sono impreziositi da quattro cappelle.

La cena a casa di Simone il Fariseo
La cena a casa di Simone il Fariseo affrescata nella Cappella del Sacro Cuore

La Cappella di San Giovanni, in particolare, esisteva già all’epoca di Carlo Borromeo.

La Cappella del Cuore Immacolato di Maria è realizzata in stile neogotico.

L'altare della Cappella del Cuore Immacolato in Villa Sacro Cuore a Triuggio
L’altare della Cappella del Cuore Immacolato

La Cappella della Mater Divinae Gratie, in cui prendevano i voti i gesuiti, ospita raffigurazioni della vita di Ignazio di Loyola.

L'altare della Cappella della Mater Divinae Gratiae
L’altare della Cappella della Mater Divinae Gratiae
Ignazio di Loyola e Papa Paolo III
Ignazio di Loyola e papa Paolo III

La Cappella del Sacro Cuore è quella più ricca di affreschi, con la Vita della Madonna affrescata da Pasquale Arzuffi.

L'altare della Cappella del Sacro Cuore
L’altare della Cappella del Sacro Cuore

Oltre alle quattro cappelle, un ulteriore luogo di preghiera è la Cripta di San Giuseppe.

Villa Sacro Cuore, la Cripta di San Giuseppe
L’altare della Cripta di San Giuseppe

Il giardino di Villa Sacro Cuore

Dalla corte d’onore di Villa Sacro Cuore si accede a un brolo all’italiana, dove spicca la fontana bilobata con otto puttini che si elevano al ciglio di quattro percorsi a crociera

Merita di essere visto anche lo splendido giardino.

Il giardino di Villa Sacro Cuore a Triuggio
Uno scorcio del giardino di Villa Sacro Cuore

Esso accoglie un sentiero dedicato alla meditazione e al silenzio, oltre a una Via Crucis.

La Via Crucis di Villa Sacro Cuore
Una delle tappe della Via Crucis nel giardino di Villa Sacro Cuore

Inoltre, ospita varie specie arboree caratteristiche della tradizione evangelica e biblica.

Le essenze arboree di Villa Sacro Cuore
Per ogni essenza arborea è riportata la citazione biblica di riferimento

Come arrivare a Villa Sacro Cuore a Triuggio

Villa Sacro Cuore a Triuggio si trova in via Sacro Cuore 7, nella frazione di Tregasio. Arrivato davanti alla villa, troverai il cancello chiuso: citofona e chiedi di poterla visitare, sarai accolto con gentilezza. Tuttavia per evitare imprevisti ti consiglio comunque di telefonare prima e avere conferma della disponibilità.

La fontana di Villa Sacro Cuore a Triuggio
Villa Sacro Cuore vista dalla fontana del cortile

Decidendo di arrivare a Villa Sacro Cuore in auto, potrai lasciare la macchina direttamente nel parcheggio accanto alla villa.

Preferisci arrivare a Villa Sacro Cuore in treno? La stazione di Macherio è quella più vicina. Uscito dalla stazione, prendi via Lambro lasciandoti i binari sulla sinistra e percorrila fino in fondo; quindi gira a sinistra e poi prendi la prima strada a destra, via Taverna. Andando sempre dritto imboccherai via Immacolata e poi ti ritroverai via Sacro Cuore sulla sinistra.

Infine, volendo arrivare a Villa Sacro Cuore in autobus puoi sfruttare la linea Z233, scendendo alla fermata di via Immacolata: via Sacro Cuore è a pochi metri di distanza.

Se hai in mente di visitare Villa Sacro Cuore a Triuggio, potresti approfittarne anche per visitare il resto del paese: qui sotto ti do tutti i consigli di cui hai bisogno per sapere dove passeggiare, cosa vedere e dove mangiare.






Spero che questo post venga letto da tante persone, e che tra queste persone ci sia qualcuno che voglia ricompensare il mio impegno con una donazione, anche piccola. Magari potresti essere tu 🙂

Ti interessa sapere chi è il fondatore e autore di Viaggiare in Brianza? Ti parlo di me qui sotto.

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *