Home » Brianza lecchese » Oggiono » Pescare al lago di Annone: permessi e costi
Pescare al lago di Annone

Pescare al lago di Annone: permessi e costi

Ti piacerebbe pescare al lago di Annone? Ti suggerisco di dare uno sguardo a questo post, dove trovi tutte le informazioni che ti potrebbero servire: i permessi di cui hai bisogno, i costi, gli orari in cui è possibile pescare e ogni altra indicazione che ti permetterà di dedicarti alla tua passione rispettando i regolamenti.

Se sei alla ricerca di una location dove pescare in Brianza, puoi raggiungere il lago di Annone tra Civate, Annone di Brianza e Oggiono. Quali sono, dunque, i permessi necessari? E a chi bisogna rivolgersi per ottenerli? Nelle prossime righe ci sono tutte le spiegazioni che stai cercando.

Pescare al lago di Annone: i permessi

Per pescare al lago di Annone è necessario dotarsi dell’apposito permesso, che si può comprare presso la darsena a Oggiono in via Bagnolo 19.

La darsena del lago di Oggiono
Il lago di Annone visto da Bagnolo e sullo sfondo la darsena di Oggiono

I diritti di pesca sul lago di Annone spettano all’Amministrazione Eredi di Carlo Citterio, che è la società titolata a rilasciare i permessi, sia per la pesca da riva che per la pesca da natante.

Risale al 7 agosto del 1931 il Decreto del Ministero dell’Agricoltura e Foreste con il quale vennero riconosciuti a Carlo Citterio e ai suoi eredi i perpetui ed esclusivi diritti di navigazione, di pesca, di raccolta del ghiaccio e di taglio delle canne sul lago.

Si parla, ovviamente, solo di pesca dilettantistica; la pesca professionale è vietata, così come la vendita del pescato.

Oltre al permesso fornito dalla Eredi di Carlo Citterio, per pescare sul lago di Annone occorre anche possedere la licenza di pesca governativa, che non può essere rilasciata dalla società oggionese.

Dal 1° gennaio del 2019, in Lombardia è obbligatorio possedere il libretto del pescatore, che può essere ritirato gratis, presentando la licenza di pesca e un documento di identità, in tutti i negozi di pesca autorizzati.

Pescare al lago di Annone: il regolamento

I pescatori devono essere adeguatamente distanziati e, in particolare, rimanere a non meno di 20 metri da coloro che praticano il carpfishing in attività sulle loro postazioni.

Pescare al lago di Annone
Pesca al lago di Annone

Sul lago di Annone si pratica la pesca no-kill per i lucci, le carpe e i boccaloni di qualunque taglia che, una volta pescati, devono essere subito liberati e non possono essere trattenuti, feriti o uccisi.

Occorre liberare i pesci senza estrarli dall’acqua e utilizzando i guadini a maglia stretta, gli stracci e i guanti: si tratta degli strumenti utili a proteggere i pesci e a prevenire danni dalle branchie e alle pinne.

Per queste specie, la pesca è proibita nel periodo di riproduzione, in base al calendario provinciale.

[Ti piacerebbe conoscere altri posti dove pescare in Brianza o semplicemente scoprire location immerse nella natura a pochi passi da Milano? Inizia a seguire la pagina Facebook di Viaggiare in Brianza!]

Per quanto concerne i persici, invece, è possibile trattenere fino a un massimo di 30 esemplari.

È proibito:

  • utilizzare il raffio;
  • utilizzare come esche vive le specie persico, boccalone e carpe sotto misura minima;
  • tagliare le canne e le altre specie di flora acquatica;
  • per la pesca da riva, pescare dopo il tramonto e prima delle 6.30 del mattino.

Per le specie alloctone (pesce gatto, breme, carasso, siluro) non ci sono limiti di misura e di quantità; è possibile pescarle in ogni periodo dell’anno. Dopo la cattura, questi pesci non devono essere rilasciati nel lago, dal momento che la loro presenza è infestante.

I permessi di pesca da riva possono avere validità annuale, trimestrale, mensile o giornaliera; quelli di pesca da barca possono avere validità annuale o giornaliera; quelli di pesca carpfishing possono avere validità bi-settimanale, settimanale o annuale.

Pescare al lago di Annone: la pesca da riva

Per la pesca da riva, è proibito utilizzare come esche vive le specie boccalone, persico e carpe sotto misura minima.

Si può pescare con canna a mosca, canna a lancio e canna fissa; non sono ammessi altri strumenti come le reti fisse e le reti a lancio.

Pescare al lago di Annone: le licenze
Il lago di Annone

Se si dispone unicamente del permesso di pesca da riva, non è consentito l’impiego di mezzi natanti, a prescindere dalle loro dimensioni, neppure se radiocomandati, per il recupero delle prede o per il deposito delle esche al largo.

Il permesso per la pesca da riva non include la pesca carpfishing.

Pescare al lago di Annone: la pesca da natante

La pesca da natante, a sua volta consentita solo a chi possiede il permesso specifico, può essere praticata a partire dalle 7.30 del mattino fino a un’ora prima del tramonto.

Pescare al lago di Annone: il regolamento
Vista sul lago di Annone da Oggiono

Per ogni barca sono permessi non più di 3 pescatori, ognuno dei quali deve essere titolare di un permesso nominativo; sono ammesse al massimo 4 canne per barca, e comunque non più di 2 per ogni pescatore.

Si può pescare con:

  • canna a mosca;
  • canna a lancio;
  • traina con canna a mulinello;
  • traina con tirlindana.

Non è possibile usare le reti fisse e le reti a lancio; inoltre, non si può pescare con canoa, kayak, belly boat o altri natanti diversi dalle barche.

Per la pesca al persico, è permesso trattenere fino a 30 esemplari al giorno.

Al termine della giornata di pesca, è necessario annotare le catture sul libretto fornito da Eredi di Carlo Citterio, con il rapporto dettagliato delle specie, delle quantità e del peso dei pesci che sono stati catturati, sia che essi vengano trattenuti, sia che essi vengano rilasciati.

Pescare al lago di Annone: la pesca carpfishing

La pesca carpfishing è permessa solo da riva da una delle postazioni indicate nella piantina del lago e individuate con coordinate GPS; per praticarla è necessario essere in possesso dell’apposito permesso nominativo.

Chi pesca in una postazione differente rispetto a quella segnalata nel permesso commette un abuso, sanzionato con il ritiro della licenza.

Ciascuna postazione può accogliere non più di due persone con al massimo tre canne in esercizio per ognuno.

Annone di Brianza: pesca al lago di Annone
Il lago di Annone visto da Annone di Brianza

Si può pescare dal tramonto fino alle 7.30 del mattino; in altri orari non è possibile lasciare in acqua le boe di segnalazione e le attrezzature da pesca.

È possibile pasturare al massimo con 1 chilo al giorno, e unicamente con sostanze naturali; non sono ammesse sostanze chimiche.

La pesca è proibita nel periodo di riproduzione della carpa (di solito fra il 1° maggio e il 30 giugno).

Pescare al lago di Annone: i costi

Il permesso di pesca da riva ha un costo pro capite di:

  • 10 euro per il giornaliero;
  • 30 euro per il mensile;
  • 50 euro per il trimestrale;
  • 70 euro per l’annuale.

Per i bambini fino a 14 anni, il permesso annuale è gratuito.

Il permesso annuale per un giorno alla settimana di pesca da barca, nel caso in cui il pescatore usi una barca propria, ha un costo di 1.200 euro + Iva per il primo pescatore e 700 euro + Iva per ogni pescatore aggiunto dal lunedì al venerdì; di 1.500 euro + Iva per il primo pescatore e 800 euro + Iva per ogni pescatore aggiunto il sabato e la domenica.

Pescare al lago di Annone a Civate
Il lago di Annone a Civate

Se, invece, la barca viene fornita dalla Eredi di Carlo Citterio, il permesso annuale per un giorno alla settimana ha un costo di 1.600 euro + Iva per il primo pescatore e 900 euro + Iva per ogni pescatore aggiunto dal lunedì al giovedì; di 1.900 euro + Iva per il primo pescatore e di 1.110 euro + Iva per ogni pescatore aggiunto il sabato e la domenica.

Recapiti e indirizzi

Oltre che presso la Darsena di via Bagnolo 19 a Oggiono, i permessi di pesca possono essere comprati anche a Seregno, presso il negozio Il Bigatto Matto di via Lazzaretto 15 (recapito: Claudio Busnelli, 347/4621574).

Per il rilascio dei permessi, indicazioni sul regolamento o segnalazioni di infrazioni è possibile contattare Mario Comi al numero 351/5953268.

Ti consiglio di visitare anche il sito web della “Eredi di Carlo Citterio” per ogni altra informazione sulle tariffe o ulteriori dettagli.

Che cosa fare a Civate

Hai deciso di pescare sul lago di Annone dalla parte di Civate? Allora ti consiglio di approfittarne per scoprire anche il resto del paese: nel post qui sotto trovi tutte le informazioni che ti potrebbero servire, con suggerimenti sui posti da vedere e sui ristoranti in cui fermarsi a pranzo o a cena.

Che cosa fare ad Annone di Brianza

Se, invece, preferisci visitare Annone di Brianza, ti basta cliccare qui sotto per leggere il post dedicato al paese: conoscerai location magnifiche e troverai anche le indicazioni necessarie per arrivare da Milano.

Che cosa fare a Oggiono

Infine, se ti rechi a Oggiono per acquistare i permessi utili per pescare sul lago di Annone, non lasciarti sfuggire l’occasione di passeggiare per le strade e i sentieri della città: nel post qui sotto ti parlo di tutti i suoi monumenti, e anche di una location apparsa in un famoso film italiano degli anni ’80!






Grazie per aver letto fino a qui! Se ti va di ricompensare il lavoro che ho svolto per la stesura di questo post o più in generale ti piacerebbe sostenere il progetto di Viaggiare in Brianza, hai la possibilità di aiutarmi cliccando qui sopra: anche una donazione piccola è utile per pagare le spese di gestione del sito.

A proposito! Cerco di aggiornare questo sito con costanza, ma a volte qualche errore potrebbe sfuggirmi: se nel post che hai appena letto hai trovato delle informazioni non corrette e ti va di segnalarmele, puoi farlo cliccando qui sotto e scrivendomi. Te ne sarò grato!

Infine, per scoprire altre storie, altri sentieri, altri monumenti e altri luoghi fantastici in Brianza, segui Viaggiare in Brianza anche su Twitter e su Instagram! 🙂

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.