Home » Brianza lecchese » Laghi balneabili in Brianza: Punta del Corno a Rogeno
Cosa fare a Rogeno, Punta del Corno

Laghi balneabili in Brianza: Punta del Corno a Rogeno

Tra i laghi balneabili della Brianza, quello di Pusiano consente di fare il bagno nella zona della spiaggia di Punta del Corno a Rogeno. I campionamenti più recenti che sono stati effettuati da ATS Brianza, infatti, si sono rivelati favorevoli tanto per i parametri algali quanto per quelli microbiologici. Ecco, dunque, come raggiungere la spiaggia.

Fare il bagno nel lago di Pusiano

La Punta del Corno di Casletto di Rogeno è stata sottoposta nel corso degli ultimi anni a un processo di riqualificazione dagli effetti ben visibili, anche se nulla si può contro la maleducazione e l’inciviltà di chi si ostina a lasciare la spazzatura per terra.

[Hai già iniziato a seguire il profilo Twitter di Viaggiare in Brianza? Troverai foto, consigli e indicazioni per le tue gite al lago, in montagna o nei piccoli borghi vicino a Milano]

(A proposito, se opti per una gita in Lombardia da queste parti, tieni presente che i cestini a disposizione purtroppo sono pochi e spesso strapieni: organizzati di conseguenza, in modo da riportare con te i rifiuti che produrrai e buttarli non appena ne avrai l’occasione).

La camminata sul lungolago è piacevole, e puoi decidere di stenderti sull’erba, su tratti sabbiosi o in punti in cui ci sono soprattutto ciottoli.

Laghi balneabili in Brianza, Casletto di Rogeno
Il sentiero di Casletto di Rogeno che si affaccia sul lago di Pusiano

I fondali del lago di Pusiano in questo punto sono piuttosto bassi, almeno all’inizio; in ogni caso, cerca di essere sempre cauto e di non spingerti troppo al largo.

In sintesi, tra i laghi balneabili della Lombardia quello di Pusiano nel tratto di Punta del Corno si fa apprezzare per la tranquillità che regala, per la bellezza del paesaggio delle Prealpi sullo sfondo e per la facilità con cui può essere raggiunto.

Laghi balneabili in Brianza, Punta del Corno a Rogeno
La vista del lago di Pusiano dalla spiaggia di Punta del Corno

Come arrivare a Punta del Corno in auto

Per arrivare a Punta del Corno in auto, provenendo da Milano devi percorrere la SS 36 e uscire a Molteno / Merone.

Tieni la destra per rimanere su via Mazzini, e poi all’incrocio con via Consolini gira a sinistra, in modo da attraversare la SS 36 sul cavalcavia. Quindi gira a destra in via don Luigi Monza, vale a dire la SP 47, e prosegui dritto per un paio di chilometri. Dopo Isacco Auto, devi girare a sinistra in via Vittorio Emanuele, e continuare su questa strada fino a quando non ti imbatti sulla sinistra in via al Lago, dove trovi circa una trentina di parcheggi in cui lasciare l’auto.

I parcheggi di via al Lago a Casletto
I parcheggi di via al Lago

Come arrivare a Punta del Corno in treno da Rogeno

Per arrivare a Punta del Corno in treno, la stazione più vicina è quella di Casletto-Rogeno, che si trova sulla linea Como-Lecco ed è quindi raggiungibile da Cantù, Brenna, Anzano del Parco, Merone, Molteno, Oggiono, Galbiate, Civate e Valmadrera.

La stazione di Rogeno a Casletto
La stazione di Rogeno a Casletto

Uscito dalla stazione, ti ritrovi in viale Stazione: vai a sinistra e prosegui fino all’incrocio con viale Piave, dove devi svoltare a destra. Dopodiché gira a sinistra in via Vittorio Emanuele e, infine, a destra in via al Lago. Non ti rimane che proseguire fino al lido.

A proposito: ti consiglio di leggere il post qui sotto se ti va di scoprire che cosa vedere a Rogeno (oltre a questa spiaggia), come arrivare e dove mangiare.

Come arrivare a Punta del Corno in treno da Merone

Per arrivare a Punta del Corno in treno puoi fare riferimento anche alla stazione di Merone, se arrivi da Milano, da Cesano Maderno, da Seveso, da Meda, da Cabiate, da Mariano Comense, da Inverigo, da Erba o da un’altra delle stazioni servite dalla linea Milano-Canzo-Asso.

Come arrivare al lago di Pusiano, la stazione di Merone
La stazione di Merone

Una volta uscito dalla stazione, percorri via Emiliani lasciandoti il bar sulla destra e prosegui sempre dritto. Quindi prosegui lungo via Fermi (che poi diventa via Croce), procedi nel sottopasso e sul ponte sul Lambro, fino ad arrivare all’incrocio con la SP 47. A questo punto gira a destra e vai sempre dritto (rimani sul lato destro della strada, perché quello opposto in alcuni tratti è sprovvisto di marciapiede).

La prima strada che trovi sulla sinistra è via Cristoforo Colombo: imboccala e ti ritroverai di fronte al lago.

Laghi balneabili in Brianza, il lago di Pusiano a Merone
Via Cristoforo Colombo a Merone: lì in fondo c’è il lago di Pusiano

Al termine della via, dopo La Limonaia, svolta a destra: una volta superato il breve tratto di spiaggia privato, entri nella frazione di Casletto di Rogeno. Il sentiero, con il bosco sulla destra e il lago sulla sinistra, ti porta a Punta del Corno.

I boschi di Casletto di Rogeno
Il sentiero nei boschi di Casletto che ti porta a Punta del Corno

Mentre percorri il sentiero, lasciati incantare dalle sculture in legno in cui ti imbatterai: se vuoi sapere di che cosa si tratta e chi è l’autore di queste piccole opere d’arte, ti basta leggere il post qui sotto!

E comunque ti consiglio di approfittare di una gita sul lago di Pusiano per visitare anche Merone: per scoprire che cosa vedere in paese, puoi leggere i consigli che trovi nel post qui sotto.

Il lago di Pusiano è balneabile, ma…

Pur avendo stabilito che il lago di Pusiano in questa zona è idoneo all’uso a scopo di balneazione, ATS Brianza ricorda comunque che il fenomeno della fioritura algale, in riferimento ai cianobatteri, tende a variare in funzione delle condizioni meteo: ecco perché non dovresti immergerti se ci sono mucillagini o schiume o se l’acqua è torbida o caratterizzata da una colorazione anomala.

In qualsiasi caso, dopo aver fatto il bagno al lago di Pusiano dovresti sempre sostituire il costume e fare una doccia, prestando attenzione ad asciugare bene tutto il corpo e, soprattutto, la testa.






Se ti piace quello che leggi su Viaggiare in Brianza, puoi aiutarmi a proseguire il mio lavoro: una piccola donazione, anche pari al prezzo di un caffè al bar, mi ripagherà del tempo investito per scrivere qui.

Hai trovato in questo o in altri post delle informazioni non aggiornate o sbagliate? Puoi segnalarmele cliccando qui sotto e scrivendomi: rimedierò appena possibile!

Contattami anche per darmi consigli e suggerimenti, o se ti piacerebbe far conoscere la tua attività su queste pagine 🙂

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.