Home » Brianza comasca » Montorfano » Castelli in Brianza: il Castello di Montorfano
I resti dell'accesso carraio al recinto interno

Castelli in Brianza: il Castello di Montorfano

Una gita sul Monte Orfano è l’occasione ideale per andare alla scoperta dei resti del Castello di Montorfano. Di questa fortificazione molto antica rimangono diversi ruderi: ecco perché una gita da queste parti è destinata a rivelarsi un fantastico viaggio a ritroso nel tempo. Vuoi sapere come raggiungere il castello? Ti basta proseguire nella lettura!

La storia del castello

Il Castello di Montorfano (o meglio, ciò che ne rimane) sorge sulla vetta del Monte Orfano, nella Brianza comasca, a circa 550 metri di altitudine.

[Se ami scoprire ogni giorno posti nuovi in Lombardia, perché non metti Like alla pagina Facebook di Viaggiare in Brianza?]

Situato in una posizione centrale strategica lungo il percorso tra Como e Lecco, nel 1160 accolse il fuggitivo Barbarossa reduce dalla sconfitta di Tassera.

Castello di Montorfano: ruderi
Alcuni ruderi nell’area del Castello di Montorfano

Nel XIII secolo la fortezza divenne presidio milanese nel territorio comasco. La famiglia Torriani lo conquistò nel 1275, ma già nel 1278 le milizie condotte da Ottone Visconti lo espugnarono e demolirono.

Guido della Torre fece ricostruire il castello agli inizi del Trecento: qui si rifugiarono i suoi figli per sfuggire a Enrico VII di Lussemburgo. In seguito l’edificio passò alla famiglia degli Sforza, a cui rimase fino al 1530, l’anno in cui l’imperatore Carlo V impose di distruggerlo.

Cosa rimane del Castello di Montorfano

Oggi i ruderi del Castello di Montorfano sono in parte coperti dalla vegetazione: i boschi del Monte Orfano hanno preso il sopravvento.

I ruderi del castello di Montorfano
La vegetazione avvolge i ruderi

Ancora adesso, però, si possono distinguere i due valli paralleli che proteggevano la rocca secoli addietro. Una prima cortina difensiva si sviluppava in corrispondenza del vallo più a ovest: è la cortina inferiore, oggi visibile solo in parte.

Il Castello di Montorfano
Un particolare della torre della cortina difensiva inferiore

Il secondo vallo, più a est, è caratterizzato dalla presenza della cortina difensiva superiore, con un muro che accoglieva un accesso carraio: era quello che permetteva di entrare nel recinto interno della fortificazione.

I resti dell'accesso carraio al recinto interno
I resti dell’accesso carraio al recinto interno della cortina difensiva superiore

Una torre a pianta quadrangolare era addossata a questa cortina verso l’esterno: è possibile riconoscerne il perimetro, ma sono sopravvissuti anche alcuni lacerti del paramento esterno. Attualmente si può notare anche uno dei vani interni, quello adiacente all’accesso carraio.

I ruderi dell'ambiente attiguo all'accesso carraio
L’ambiente attiguo all’accesso carraio

Tutte queste strutture risalgono, probabilmente, al XII o al XII secolo.

I ruderi dell'ambiente quadrangolare attiguo all'accesso carraio
L’ambiente quadrangolare accanto all’accesso carraio

Fanno eccezione i ruderi di un edificio più piccolo, non riconducibile al complesso fortificato ma di età moderna.

A pochi passi dai resti del castello, sulla vetta del Monte Orfano, sono presenti delle panchine è un tavolo: puoi approfittarne per fare un picnic. Ovviamente non azzardarti a lasciare immondizia sul posto! 🙂

A proposito: se cerchi altre location dove fare picnic in Brianza, qui sotto trovi qualche consiglio che fa per te.

Come arrivare al Castello di Montorfano

Puoi imboccare il sentiero che ti porta al Castello di Montorfano da via Mandelli, la strada che trovi alla sinistra della Chiesa di San Giovanni Evangelista.

Passeggiando lungo la salita di via Mandelli, sulla tua sinistra potrai godere della vista panoramica del lago di Montorfano.

La vista sul lago di Montorfano da via Mandelli
La vista sul lago dalla salita di via Mandelli

Per raggiungere i resti del castello, continua lungo questa strada anche quando termina l’asfalto e inizia lo sterrato, andando sempre dritto.

Via Mandelli per il castello di Montorfano
La fine di via Mandelli e l’inizio del sentiero per il Castello di Montorfano

Giungerai così a un bivio dove dovrai svoltare a destra per proseguire l’ascesa (mentre andando dritto torneresti verso il paese).

Il sentiero per il Castello di Montorfano
Il sentiero per il Castello di Montorfano: dopo questo tratto arriverai a un bivio dove devi svoltare a destra

Da questo momento in poi non puoi sbagliare: c’è un sentiero solo che ti porta verso i resti del castello, fino alla cima del Monte Orfano.

Che cosa vedere a Montorfano

Quando ti concederai una gita al Castello di Montorfano, non dimenticare di visitare il resto del paese e, ovviamente, di passeggiare attorno al lago. Nel post qui sotto trovi tutte le indicazioni di cui potresti aver bisogno.

Per conoscere gli altri castelli in Brianza più affascinanti, invece, ti basta leggere questo post.






Hai apprezzato i suggerimenti di Viaggiare in Brianza? Puoi aiutarmi a mantenere in vita questo sito attraverso una donazione: sarebbe un sostegno importante!

Desideri propormi una collaborazione o hai un consiglio da darmi? In qualunque caso, puoi scrivermi cliccando qui sotto.

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *