Home » Provincia di Monza » Cesano Maderno » Il Santuario di Santa Maria delle Grazie di Cesano Maderno
Il catino absidale del Santuario di Cesano Maderno

Il Santuario di Santa Maria delle Grazie di Cesano Maderno

Il Santuario di Santa Maria delle Grazie di Cesano Maderno è uno dei luoghi segreti in Brianza capaci di stupire chiunque abbia la fortuna di visitarli. Se vuoi conoscerlo da vicino, scoprire il suo valore artistico e sapere come fare per raggiungerlo, trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno nelle prossime righe: buona lettura!

La storia del santuario

Situato nella frazione di Binzago, il Santuario di Santa Maria delle Grazie di Cesano Maderno rappresenta una delle tappe del Cammino di Sant’Agostino.

L’edificio è conosciuto anche con il nome di Santuario di Santa Maria della Frasca (o alla Frasca), probabilmente perché in passato la zona era immersa nel verde e collegata con il centro del paese da un viale di querce.

Il santuario fu costruito probabilmente a metà del Duecento. In origine era annesso a un convento delle monache umiliate oggi scomparso: il corpo della chiesa era diviso dal cenobio claustrale da una grata, attraverso la quale le monache ricevevano la comunione, le ceneri e le candele.

Cesano Maderno, il Santuario di Santa Maria delle Grazie
La facciata del santuario

Con il passare degli anni, però, la chiesetta andò sempre più in rovina. Fu in seguito alla visita di San Carlo Borromeo, avvenuta nell’aprile del 1581, che gli abitanti del luogo decisero di ripristinare il culto nella chiesa.

[Vuoi scoprire ogni giorno i nuovi post che vengono pubblicati su questo sito? Passa sulla pagina Facebook di Viaggiare in Brianza e metti Like :)]

Nel 1930 il santuario fu sottoposto a un importante restauro, progettato da Giacomo Bettoli, della Scuola Beato Angelico di Milano. Tre anni più tardi, la chiesa venne consacrata dal Cardinale Ildefonso Schuster.

Gli affreschi

Le pareti interne del santuario sono riccamente affrescate, con dipinti di alto contenuto artistico oltre che religioso: sono di datazione incerta ma tutti risalenti ai secoli tra il XIV e il XVII.

Gli affreschi del santuario di Cesano Maderno
L’interno del santuario, con entrambe le pareti affrescate

Alla destra del presbiterio sono raffigurati una Madonna del Latte e un santo vescovo.

Santuario di Cesano Maderno, il santo vescovo e la Madonna del Latte
Il santo vescovo e la Madonna del Latte

La parete di destra ospita una lunga teoria di Madonne in trono e santi vescovi. Spicca, in particolare, la Madonna con in mano una piccola frasca e il Bambino in piedi che tende le mani verso di lei.

La Madonna della Frasca nel Santuario di Cesano Maderno
La Madonna della Frasca, seconda da sinistra

Ecco, poi, le figure di San Rocco e San Cristoforo, mentre accanto a una porta laterale murata si distingue la figura di un santo monaco.

San Cristoforo e San Rocco nel Santuario di Cesano Maderno
Sulla destra: San Rocco con il cane e San Cristoforo che trasporta sulle spalle il Bambin Gesù, come da iconografia classica

Vicino alla balaustra merita la tua attenzione un riquadro con la Natività, dove sono raffigurati San Giuseppe, la Madonna, il Bambino e un santo vescovo.

La Natività nella Chiesa di Santa Maria della Frasca a Cesano Maderno
La Natività affrescata nel Santuario di Santa Maria delle Grazie

Sulla parete di sinistra sono presenti tele del XVII e XVIII secolo di provenienza incerta: una di queste rappresenta lo Sposalizio della Madonna, olio su tela seicentesco.

Lo Sposalizio della Vergine nel Santuario di Cesano Maderno
Lo Sposalizio della Vergine

Vicino alla cappella una rappresentazione della Crocifissione mostra Sant’Agostino, raffigurato nel vescovo di fianco alla Croce.

La Crocifissione nel Santuario di Santa Maria delle Grazie a Cesano Maderno
L’affresco con la Crocifissione

Di fianco, puoi notare:

  • in basso l’Ecce Homo, con i simboli della Passione;
  • in alto a sinistra un santo vescovo;
  • in alto a destra San Nicola da Tolentino con in mano il libro delle Regole agostiniane e il crocefisso.
L'Ecce Homo nel Santuario di Cesano Maderno
L’Ecce Homo

Al lato sinistro della Cappella trovi l’affresco di una Madonna in trono strappato dalla parete malsana nel 1930 e incorniciato.

Il catino absidale, infine, accoglie la rappresentazione della Vergine, circondata da angeli in volo in un cielo luminoso, con il Bimbo che sostiene una palla che simboleggia il mondo.

Il catino absidale del Santuario di Cesano Maderno
L’affresco del catino absidale del santuario

Come visitare il Santuario di Santa Maria delle Grazie a Cesano Maderno

Il Santuario di Santa Maria delle Grazie alla Frasca è aperto tutte le mattine dalle 8.30 alle 12. Nel pomeriggio, l’orario di apertura estivo è dalle 15 alle 19; quello invernale dalle 14 alle 17.30.

Ogni sabato, inoltre, viene celebrata una Messa alle 8.30 del mattino.

Come arrivare al Santuario di Santa Maria delle Grazie a Cesano Maderno

Il Santuario di Santa Maria delle Grazie di Cesano Maderno si trova all’incrocio tra via Santuario e vialetto Santa Maria.

Se vuoi arrivare al Santuario di Santa Maria delle Grazie in auto puoi lasciare la macchina nei parcheggi di via Galileo Ferraris o di vialetto Santa Maria.

Preferisci arrivare al Santuario di Santa Maria delle Grazie in treno? Puoi fare riferimento alla stazione di Cesano Maderno o a quella di Bovisio Masciago, che in linea di aria è leggermente più vicina (questione di pochi minuti di camminata, comunque).

Infine, puoi arrivare al Santuario di Santa Maria delle Grazie in autobus, approfittando della linea Z250, che ti lascia in via Manzoni. Da qui, tenendo il civico 65 alla tua destra, procedi lungo via Manzoni fino a quando non incontrerai sulla tua sinistra via Santa Maria: imboccando questa strada, giungerai a destinazione.

Se hai in mente di raggiungere il santuario, perché non ne approfitti per scoprire che cosa vedere a Cesano Maderno? Nel post qui sotto trovi consigli sui monumenti da visitare, sui parchi in cui puoi rilassarti e sui migliori ristoranti dove fermarti a mangiare in città. Approfittane!






Come vedi su questo sito non ci sono banner né inserzioni pubblicitarie fastidiose, ma puoi comunque sostenermi con una donazione cliccando sul pulsante qui sopra!

Hai deciso di contattarmi per propormi una collaborazione, darmi un consiglio o farmi notare un errore? Clicca qui sotto per scrivermi!

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *