Home » Brianza comasca » Erba » Il parco di Villa Majnoni a Erba
Il Parco di Villa Majnoni a Erba

Il parco di Villa Majnoni a Erba

Opere d’arte, giochi per bambini, alberi monumentali, perfino un tempietto proveniente dalla Villa Reale di Monza: il parco di Villa Majnoni a Erba è davvero ricco di sorprese. Una meta perfetta per trascorrere una giornata nel verde, rilassandosi e divertendosi: nelle prossime righe potrai scoprire tutto ciò che c’è da sapere su questo fantastico parco.

Il parco

Il parco di Villa Majnoni di Erba è una grande area verde aperta al pubblico che circonda il municipio cittadino, ospitato – appunto – nei locali di Villa Majnoni.

Erba, Villa Majnoni
Villa Majnoni vista dal parco

A partire dal 1890 questa villa ha ospitato la famiglia di Achille Majnoni d’Intignano. Egli era l’architetto di fiducia del re Umberto I, responsabile tra l’altro della ristrutturazione degli interni della Villa Reale di Monza, e si trasferì a vivere definitivamente nella dimora erbese nel 1925.

[Vuoi conoscere anche altri parchi in Brianza, magari da scoprire con i bambini? Allora segui la pagina Facebook di Viaggiare in Brianza, che ogni giorno ti regala consigli e suggerimenti imperdibili!]

Il parco è impreziosito da numerose essenze arboree di pregio, tra cui maestosi faggi e cedri del Libano. Fu lo stesso Achille Majnoni d’Intignano a realizzarlo, con l’intenzione di dare vita a un giardino in stile inglese.

Erba, il parco Majnoni
Gli alberi monumentali del parco Majnoni

Tra le piante, spicca un piccolo tempio in stile barocco, che forse Majnoni ricevette in regalo come dono di nozze dal re Umberto I.

Il tempio nel parco di Villa Majnoni a Erba
Il tempio proveniente dalla Villa Reale di Monza

Sulla parte superiore del tempio sono visibili 4 stemmi della famiglia di Achille Majnoni:

  • in alto a sinistra tre stelle;
  • in alto a destra l’aquila coronata;
  • in basso a destra i gigli di Firenze in onore della moglie di Majnoni, Maria Baldovinetti di Poggi, che era appunto fiorentina;
  • in basso a sinistra il leone, stemma araldico dei Baldovinetti.
Lo stemma della famiglia Majnoni
Lo stemma sul tempietto

Il parco ospita anche il Monumento all’Alpino, che riporta la scritta “gli alpini di oggi agli alpini di sempre”. Composto da una struttura in cemento armato con un pinnacolo obliquo e due ali alla base, il monumento si presenta come un piccolo anfiteatro con un altare.

Il Monumento all'Alpino di Erba
Il Monumento all’Alpino

Al centro è presente un pannello in bronzo con la raffigurazione di un alpino, mentre ai lati altri 4 pannelli propongono immagini allegoriche di eroismo e coraggio. A realizzare i bassorilievi è stato lo sculture valtellinese Giuseppe Abramini, in arte Abram.

Erba, il Monumento all'Alpino
I pannelli di bronzo del Monumento all’Alpino

Parco di Villa Majnoni: orari di apertura

Il parco è aperto tutti i giorni dalle 8 alle 18 quando c’è l’ora solare e dalle 8 alle 21 quando c’è l’ora legale. Ricorda che è proibito attraversarlo in bici!

La fontanella nel parco Majnoni
Per fortuna ci sono le fontanelle 🙂

Altre informazioni pratiche che possono esserti utili:

  • nel parco ci sono panchine e fontanelle;
  • è presente un bar;
  • ci sono due aree giochi per i bambini.
Il parco di Villa Majnoni, l'area giochi
Una delle aree giochi del parco
L'area giochi nel parco Majnoni di Erba
L’altra area giochi

Le sculture del parco di Villa Majnoni a Erba

Il parco di Villa Majnoni a Erba è impreziosito da una serie di opere d’arte che furono realizzate e installate nel 1992 in occasione di Erbascultura, Simposio internazionale di scultura ospitato dalla città.

Davanti al tempietto, ecco La vela di Bruno Luzzani. Incisore e scultore, Luzzani è noto per essere l’autore del monumento dedicato a Fabio Casartelli che si può ammirare ad Albese con Casano, paese d’origine del ciclista morto tragicamente nel 1995 dopo una caduta al Tour de France.

La vela di Bruno Luzzani
La vela

Vicino al Monumento all’Alpino, invece, puoi notare Colonna di energia, della sudcoreana Choi Keum-Hwa. Trasferitasi in Italia nel 1985, Choi ha esposto tra l’altro al Los Angeles Theater Center, alla Insa Gallery di Seul e al Centro Culturale Coreano di Los Angeles.

Colonna di Energia nel parco di Villa Majnoni
Colonna di energia

Nei pressi di una delle due aree giochi non passa inosservato Itinerario musicale n.44, di Giovanni Brambilla. Brambilla è il fondatore del Gruppo Artistico Erbese, e vanta – tra l’altro – partecipazioni alla Biennale di Madrid e alla Biennale di Barcellona.

Itinerario musicale 44 di Giovanni Brambilla
Itinerario musicale n.44

A breve distanza dal bar, infine, è stata installata Immagine del loto, di Yoshin Ogata. Scultore giapponese, Ogata ha realizzato opere in tutto il mondo, da Taipei a Mondragon (in Spagna), da Miyakonojo (in Giappone) a Ceresy la Foret (in Francia).

La scultura Immagine del loto
Immagine del loto

Come arrivare al Parco di Villa Majnoni a Erba

Puoi accedere al parco di Villa Majnoni a Erba dagli ingressi di piazza Prepositurale (accanto a Villa Majnoni) o di corso Bartesaghi.

Il Parco di Villa Majnoni a Erba
La Chiesa di Santa Maria Nascente di Erba vista dall’ingresso di piazza Prepositurale

Se scegli di arrivare a Erba in auto, puoi usufruire dei parcheggi di piazza Prepositurale o di corso Bartesaghi.

Preferisci arrivare a Erba in treno? Uscito dalla stazione, imbocca via Dante e vai dritto fino al semaforo, per poi girare a destra in corso XXV Aprile: prosegui lungo questa strada fino a quando non troverai il parco alla tua sinistra.

La stazione Trenord di Erba
La stazione di Erba è a poche centinaia di metri dal parco

Infine, qualora tu voglia arrivare a Erba in autobus puoi fare riferimento alle linee C40 e C49 e scendere alla fermata di corso XXV Aprile. Da qui, incamminati tenendo i numeri civici pari sulla sinistra fino a che non vedrai il parco, sempre alla tua sinistra.

Che cosa vedere a Erba

Se decidi di regalarti qualche ora di relax al parco di Villa Majnoni a Erba, perché non ne approfitti per visitare anche il resto della città? Per sapere dove andare, puoi leggere il post qui sotto: ti segnala che cosa vedere a Erba, ma anche i locali più interessanti in cui puoi fermarti a mangiare.






Grazie per essere arrivato a leggere fino a qui! Come vedi, tutti i contenuti di Viaggiare in Brianza sono gratuiti, ma se ti va puoi comunque supportarmi con una donazione, anche piccola: sarà uno stimolo per scrivere sempre più articoli e darti sempre più consigli 🙂

Cliccando qui sotto – invece – hai l’opportunità di scrivermi, per esempio se vuoi propormi di collaborare con te, se vorresti far conoscere la tua attività su questo sito o anche solo se hai trovato un errore che pensi debba essere corretto.

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.