Home » Provincia di Monza » Lentate sul Seveso » Parco delle Groane a Lentate: le piste ciclabili 30 e 31
La pista ciclabile del Parco delle Groane a Lentate

Parco delle Groane a Lentate: le piste ciclabili 30 e 31

Ti piacerebbe scoprire nuove piste ciclabili in Lombardia? Quelle del Parco delle Groane a Lentate sul Seveso sono meravigliose, anche se brevi: te ne parlo nelle prossime righe, segnalandoti come fare per raggiungerle e dandoti tutte le indicazioni utili per conoscere il territorio che attraverserai e le ville che avrai l’occasione di ammirare. Buona lettura!

Le piste ciclabili del Parco delle Groane a Lentate sul Seveso

Il Parco delle Groane a Lentate sul Seveso è attraversato da due piste ciclabili, la 30 e la 31, che collegano due dimore storiche della città: Villa Raimondi e Villa Mirabello.

Il Parco delle Groane a Lentate sul Seveso
L’inizio della pista ciclabile 30 all’ingresso di Villa Raimondi

Puoi imboccare il percorso all’incrocio tra via Mancini e via Raimondi Mantica, dove sorge Villa Raimondi; se invece preferisci partire da Villa Mirabello, puoi tenere come punto di partenza l’incrocio tra via Superga e via Manzoni.

In entrambi i casi, preparati a scoprire un itinerario breve ma affascinante, al pari di molte altre piste ciclabili in Brianza.

[Se inizi a seguire la pagina Facebook di Viaggiare in Brianza, avrai la possibilità di conoscere piste ciclabili, monumenti, luoghi magici e storie curiose della Lombardia! Che ne dici?]

Parco delle Groane a Lentate: Villa Raimondi

Come ti ho accennato, puoi scoprire le piste ciclabili del Parco delle Groane a Lentate partendo dall’incrocio tra via Raimondi Mantica e via Mancini, nella frazione di Birago. Qui trovi un sentiero acciottolato, ben segnalato dalle indicazioni per la pista ciclabile 30, accanto a uno degli ingressi di Villa Raimondi, storica dimora risalente addirittura al XVII secolo.

L'ingresso della pista ciclabile del Parco delle Groane a Birago
L’inizio della pista ciclabile

Se vuoi osservare la villa dal davanti, ti basta percorrere pochi metri lungo il sentiero, fino a quando troverai sulla tua destra un cancello con un foro che sembra fatto apposta per “spiare” all’interno del cortile.

Lentate sul Seveso, Villa Raimondi
Villa Raimondi

Riprendendo il tuo percorso, costeggerai le mura di cinta della villa; al termine dell’acciottolato, poi, il sentiero si fa sterrato, mentre il paesaggio si apre con un meraviglioso panorama all’insegna del verde.

Lentate, il Parco delle Groane e la pista ciclabile
Non male, vero?

Segui la curva verso destra e goditi l’ambiente in cui sei immerso: alle tue spalle, ecco ancora Villa Raimondi.

Villa Raimondi nel Parco delle Groane a Lentate
Villa Raimondi vista dal lato opposto rispetto a dove ti trovavi prima

Giunto a un tratto di strada asfaltata, devi tenere la destra per salire sul ponte che attraversa la superstrada.

Lentate, il ponte sulla superstrada
Il ponte che scavalca la superstrada

Dopo il ponte, arrivi a un bivio, dove dovrai svoltare a sinistra.

Anche in questo tratto il paesaggio è molto suggestivo: peccato solo per i rumori delle auto della superstrada che scorre sotto!

La pista ciclabile del Parco delle Groane a Lentate
In questo tratto la pista affianca, seppur su un piano sfalsato, la superstrada

Arriverai, così, a un incrocio: gira a sinistra per imboccare la pista ciclabile 31.

Il Parco delle Groane a Lentate
Qui devi andare a sinistra

Ti stai avvicinando a Villa Mirabello.

Lentate, Villa Verri
Lì in fondo, Villa Mirabello

Parco delle Groane a Lentate: Villa Mirabello

Ed eccoti di fronte al cancello di Villa Mirabello, nota anche come Villa Verri. Questa fu, infatti, la dimora del Conte Gabriele Verri, papà di Alessandro e Pietro Verri, conosciuti per essere stati i fondatori del periodico illuminista Il Caffè, a cui collaboravano Cesare Beccaria e Giuseppe Parini. In seguito la villa fu abitata da Giovanni Verri, fratello di Pietro e Alessandro: pare che fosse il padre naturale di Alessandro Manzoni, essendo stato l’amante di Giulia Beccaria, la madre dell’autore dei Promessi Sposi.

Lentate sul Seveso, Villa Mirabello
Il cancello di ingresso di Villa Verri

Gira a destra per costeggiare il perimetro della villa: dopo poco, sbucherai in un parcheggio.

Il Parco delle Groane e Villa Mirabello
Il sentiero che costeggia Villa Mirabello

A questo punto vai a sinistra, ma scendi dalla bici e portala a mano: stai per entrare nel cortile di Cascina Mirabello.

Lentate, Cascina Mirabello
Il cortile di Cascina Mirabello

Perché ti dico ti addentrarti in questa deliziosa piazzetta a piedi? Il discorso sarebbe lungo e complicato, ma provo a riassumerlo: in pratica chi vive in questo complesso non è contento del fatto che l’ente del Parco delle Groane abbia deciso di far passare la pista ciclabile proprio in questo punto. E in effetti se una volta entrato nella piazzetta vai a destra, vedrai che il tracciato è interrotto da una rete, posizionata dai residenti. In ogni caso, passeggiando nel cortile tieni presente che ti trovi in una proprietà privata: sii cauto e attento.

Lentate sul Seveso, Cascina Mirabello
Vedi, lì in fondo, la rete arancione?

Quindi, dopo aver ammirato un’ultima volta Cascina Mirabello, torna indietro verso il parcheggio e vai dritto fino allo stop: qui trovi sulla tua sinistra la pista ciclabile che costeggia via Manzoni.

Lentate sul Seveso, la pista ciclabile di via Manzoni
La ciclabile lungo via Manzoni

Dopo poche decine di metri, gira a sinistra in via Superga.

Via Superga a Lentate sul Seveso
La svolta verso via Superga

A questo punto prendi la prima traversa a sinistra, che passa davanti a Cascina Michelina. In pratica adesso vedi Cascina Mirabello e la torretta di Villa Mirabello da una prospettiva diversa. Proseguendo, troverai un sentiero sulla destra che ti riporterà a Birago.

Lentate, Cascina Michelina
Cascina Michelina

Che cosa vedere a Lentate sul Seveso

Vuoi approfittare di una gita nel Parco delle Groane per visitare Lentate sul Seveso? Buona idea: nel post qui sotto ti do tutti i consigli che ti servono per una passeggiata tra le frazioni della città.






Spero che questo articolo ti sia stato utile, e magari ti abbia convinto a sostenere il mio lavoro: basta una donazione, anche piccola, per farlo.

Cliccando qui sotto, puoi scrivermi per darmi consigli, segnalarmi errori, propormi collaborazioni o chiedermi suggerimenti per le tue gite in Brianza.

Contattami anche se ti piacerebbe far conoscere la tua attività o i tuoi prodotti sulle pagine di Viaggiare in Brianza: potrai trovare migliaia di lettori interessati a ciò che proponi!

Un’ultima cosa: ho scritto questo post e scattato le foto a maggio del 2021; se nel frattempo qualcosa è cambiato e ti va di segnalarmelo, non esitare a scrivermi!

Ti è piaciuto questo post? Fallo conoscere ai tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.