Home » Contributo esterno » Itinerario di viaggio a Monza: cosa vedere in città

Itinerario di viaggio a Monza: cosa vedere in città

Cosa vedere a Monza? Un itinerario turistico non può mancare in questa città, forse non molto conosciuta, ma tutta da scoprire. La prima impressione che si ha giungendo in questa cittadina è quella di un luogo tranquillo, dove comunque sono presenti tanti eventi coinvolgenti oppure di interesse culturale. Tra l’altro Monza è facile da raggiungere dalle località vicine, perché è ben collegata, sia a livello ferroviario, per esempio con Milano, che per quanto riguarda la rete stradale. Ma cosa non dobbiamo mancare assolutamente di vedere a Monza? Scopriamone di più.

La visita nel centro storico

Il tempo libero può essere passato in molti modi. Ci sono infatti oggi a disposizione molte forme di intrattenimento, fra cui anche le app giochi soldi veri. C’è chi preferisce invece viaggiare, andando alla scoperta di luoghi nuovi che non aveva mai visto. Monza da questo punto di vista potrebbe essere la destinazione ideale.

Chi giunge in questa cittadina non può fare a meno di visitare il centro storico, anche perché è facile arrivare a piedi direttamente dalla stazione. Ci sono molti interessanti edifici che vale la pena ammirare, passeggiando per il centro storico di questa città che stiamo descrivendo, anche perché sono importanti dal punto di vista storico e artistico.

Una delle vie più importanti del centro storico di Monza è Via Italia, principale collegamento tra Monza e Milano. Tra gli edifici di particolare interesse è da segnalare l’Arengario, che sorge su tre file di arcate. Qui una volta veniva svolto il mercato della città.

Molto interessante anche la Piazza del Duomo, che si distingue soprattutto per la facciata dell’edificio, che è stata costruita nel 1300 da Matteo da Campione. Un’altra delle piazze da non perdere nel centro storico è Piazza Trento Trieste, al centro della quale è stato costruito un grande monumento ai caduti.

La Reggia e il Parco della Villa Reale

La Reggia di Monza è stata sottoposta ad un lungo periodo di restauro e quindi adesso, dopo che è stata aperta, è interamente visitabile. È stata fatta costruire nel 1777 da Ferdinando d’Asburgo, perché doveva essere un palazzo ducale.

Lo stesso architetto Piermarini ha lavorato alla realizzazione della Reggia di Caserta e si è impegnato anche nella realizzazione del Teatro alla Scala di Milano. Infatti la Reggia di Monza presenta delle caratteristiche architettoniche che per certi versi sono simili a questi due edifici. Ha uno stile pulito, che richiama le linee classiche.

Molto belli sono anche gli appartamenti reali, che furono resi molto più ricchi durante il periodo in cui regnarono la Regina Margherita e il Re Umberto I.

Il Duomo di Monza e i suoi tesori

Uno degli edifici più rappresentativi di questa città di cui stiamo parlando è sicuramente il Duomo. Il primo tempio che era stato costruito in questo luogo era stato realizzato per volontà della Regina Teodolinda, che era anche la regina dei Longobardi. Il luogo di culto aveva la funzione di cappella del palazzo reale. È stata proprio la Regina Teodolinda che si impegnò per la conversione del popolo longobardo alla religione cattolica.

Ogni anno un corteo storico rievoca le imprese di Teodolinda. All’interno del museo del Duomo si possono vedere importanti opere artistiche. In particolare è da segnalare il tesoro di Teodolinda, che costituisce un’occasione per conoscere di più sulla sua storia.

Alla regina dei Longobardi è dedicata anche un’apposita cappella, fra le opere architettoniche e artistiche più incredibili che si possono trovare all’interno del Duomo. Per tutte queste interessanti attrazioni, Monza è sicuramente una città che non possiamo perdere in una visita che è ricca di sorprese, di storia e di cultura, specialmente fra le vie del centro storico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.